Vivaldi: le quattro stagioni e non solo… – Daniele Iannaccone, Federico Lodovichi, Ensemble Bisentium


QUANDO

10/06/2018

COSTO

All Inclusive
45,00 €
Ordinario
15,00 €
Ridotto
10,00 €
Solo Concerto
Ingresso Libero

DOVE

Visita Guidata
Buggiano Castello
Degustazione
Villa Sermolli
Concerto
Palazzo Pretorio

BIGLIETTI


Vivaldi: le quattro stagioni e non solo…

ENSEMBLE BISENTIUM
DANIELE IANNACCONE, violino solista e concertatore
FEDERICO LODOVICHI, fagotto

Antonio Vivaldi
Concerto per fagotto e archi in mi minore
Le quattro stagioni

Daniele Iannaccone, laureato sia in violino che in viola, ha suonato per prestigiose società di concerti tra cui MusikVerein di Vienna, la Società del quartetto di Milano, gli Amici della musica di Perugia, gli Amici della musica di Palermo, il festival Pablo Casals di Prades (Francia). Ha inciso per la rivista Amadeus, per Bongiovanni, per Rai-Radiotre, su invito della fondazione ”V. Bucchi” ed ha suonato due volte per la trasmissione Radiotre-suite.
In veste di solista ha suonato concerti di Bach, Mozart, Vivaldi, Rolla e Viotti sia in Italia che all’estero (Belgio, Germania, Ungheria, Austria e Francia). Come primo violino del Quartetto Toscano ha avuto modo di perfezionarsi presso l’Accademia Chigiana di Siena ottenendo il diploma di merito e presso la prestigiosa ECMA (European Chamber Music Academy).
Come compositore ha al suo attivo diversi brani per organici che vanno dal violino solo al quartetto d’archi fino all’orchestra, inoltre innumerevoli arrangiamenti per svariati organici.
Suona fin dalla fondazione nella Camerata Strumentale Città di Prato con il ruolo di concertino dei primi violini.
È docente di ruolo di violino presso L’I.C.S. “C. Malaparte” e la scuola di Musica “G.Verdi” di Prato.

Federico Lodovichi si è diplomato in Fagotto presso l’Istituto Musicale Pareggiato L.Boccherini di Lucca, proseguendo successivamente gli studi con il M° Dante Vicari. Si è perfezionato presso l’Accademia Chigiana di Siena e l’Accademia di Riva del Garda con i M° Daniele Damiano e Valentino Zucchiatti; contemporaneamente ha studiato controfagotto con il M° Gabriele Screpis e ha seguito corsi di formazione orchestrale.
Collabora abitualmente con prestigiose orchestre, fra cui: Maggio Musicale Fiorentino, Verdi di Milano, Arturo Toscanini di Parma, Filarmonica della Scala, Orchestra del Teatro Regio di Torino, Accademia Nazionale di Santa Cecilia, Orchestra del Teatro Carlo Felice di Genova in qualità di Fagotto e Controfagotto, sotto la guida di direttori come Zubin Mehta, Vladimir Jurovsky, James Collon, John Axelrod, Daniel Oren, Simon Bychkov, Antonio Pappano, Zhang Xiang, Claus Peter Flor, Oleg Caetani e con solisti quali Gabetta Sol, Benedetto Lupo, Christian Tetzlaff, Daniela Dessì, Leo Nucci, Francesca Dego, Bruno Canino; con queste orchestre ha partecipato a tourneè in Cina, Svizzera, Russia, Spagna suonando in famose sale quali la Cajkovskij del Conservatorio di Mosca, il Palazzo d’inverno di S.Pietroburgo, l’Auditorium Kursal San Sebastian, il Baluarte Pamplona, il Teatro Principal Vitoria, il Palacio Euskalduna, la Victoria Hall di Ginevra e il Tonhalle di Zurigo
Con l’Orchestra Verdi ha preso parte a numerose Registrazioni, l’ultima delle quali è costitutita dall’integrale delle Sinfonie di Brahms dirette da Jhon Axerold.
Nel 2014 si abilita all’insegnamento presso il Conservatorio Cherubini di Firenze. Dall’anno accademico 2010/2011 insegna Fagotto presso il Liceo Musicale A. Passaglia di Lucca.

Ensemble Bisentium. L’amicizia, il piacere della ricerca e di far musica insieme unisce e contraddistingue questo gruppo di musicisti.
Il nome, volutamente composto da due parole di diverse lingue e diverse epoche, vuole esprimere sinteticamente lo spirito e le radici di questo “insieme”, e come l’inesorabile scorrere del fiume Bisenzio scandisce lo scorrere della vita da tempo immemorabile, ed ha visto nascere e passare musiche di nuove ed antiche concezioni, così l’Ensemble presenta ed affianca musiche di ogni repertorio, antico o moderno, a volte così nuove da essere espressamente composte da alcuni degli stessi componenti del gruppo.
L’organico, formato da musicisti che singolarmente affrontano tutti gli aspetti del mondo sonoro, dalla musica antica al pop, dalla ricerca musicologica alla musicoterapia, è variabile e modulante in funzione del repertorio che di volta in volta l’Ensemble si propone di approfondire, magari affiancando all’interno di uno stesso concerto brani uniti tra di loro da legami intellettuali e rapporti di causa ed effetto, ma non necessariamente da stile o cronologia.
Ideatore e concertatore del gruppo è Daniele Iannaccone.
Di particolare interesse sono le produzioni effettuate insieme al musicista jazz Sandro Cerino con le “Quattro Stagioni di Vivaldi Classiche e Jazz”; la produzione dell’intermezzo “La serva padrona” di G.B. Pergolesi e la produzione del Singspiel “Bastiano e Bastiana” di W.A. Mozart in occasione del 250° Anno Mozartiano.