An Die Musik – Trio Salotti


QUANDO

13/05/2018

COSTO

All Inclusive
45,00 €
Ordinario
15,00 €
Ridotto
10,00 €
Solo Concerto
Ingresso Libero

DOVE

Visita Guidata
Buggiano Castello
Degustazione
Villa Sermolli
Concerto
Palazzo Pretorio

BIGLIETTI


AN DIE MUSIK

Musiche di Schubert, Schumann, Fauré, Strauss

 

Schubert    
An die musik, D.547
Wiegenlied op.98 n.2
Abendlied
Der Hirt auf dem Felsen*, D.965

Schumann
Phantusiestücke op.73
Zart und mit Ausdruck
Lebhaft, leicht
Rasch, mit Feuer

Faurè
Au bord de l’eau
En Priére
Après un rêve* op.7, n.1

Strauss     
Morgen!
Die nacht
Allerseelen*

Silvia Tocchini, soprano
Marcello Bonacchelli, clarinetto
Massimo Salotti, pianoforte

 

Massimo Salotti, pianista, compositore digital performer.
Si diploma giovanissimo presso l’Istituto Musicale “L.Boccherini” di Lucca, sotto la guida del M.Riccardo Pieri, perfezionandosi in seguito con i M° G.Sacchetti, P.Rigacci e Pier Narciso Masi. Nel 1997, già vincitore di numerosi primi premi in concorsi solistici, inizia la sua attività concertistica esibendosi per importanti associazioni concertistiche come la Fondazione Walton, l’Associazione Musicale Lucchese, il Festival Da Bach a Bartok, gli Amici della Musica, il Goethe Institut, il Festival delle Nazioni e per i più importanti Teatri di tradizione quali il Comunale di Bologna, la Sala Sinopoli di Roma, il Teatro Ponchielli di Cremona, il Teatro Regio di Torino, il Teatro dei Rozzi di Siena, il Teatro Regio di Parma. Nel 1998 fonda, assieme al clarinettista Giorgio Berrugi, il duo Alban Berg, formazione cameristica vincitrice di numerosi primi premi internazionali che, sotto la guida del M°Pier Narciso Masi, si impone ottenendo il prestigioso Master in Musica da Camera all’Accademia di Alto Perfezionamento di Imola e pubblicando in seguito un CD che riscuoterà consensi entusiastici da parte dei critici musicali. Nel 1999 importanti collaborazioni con teatri di tradizione lo mettono in luce nel ruolo di maestro collaboratore, portandolo poi ad esibirsi al fianco di artisti quali Andrea Bocelli, Katia Ricciarelli, Roberto Servile, Herbert Handt, Maria Billeri, Gabriele Viviani, Massimo Cavalletti, Isa Danieli, Mariano Rivas e nelle vesti di responsabile musicale per i progetti UNESCO del C.I.D.I.M. (2006 e 2011). Artista poliedrico, approfondisce gli studi della composizione e della digital-photo art, portando la sua musica ed alcune sue installazioni digitali in Brasile (San Paolo, Brasilia, Curitiba, Belo Horizonte), Inghilterra (Londra), Svizzera (Zurigo, Uster), Azerbaijan e Belgio (Bruxelles). Nel 2013 viene invitato dall’Ambasciata Italiana a tenere un Masterclass sulla tradizione lirica italiana presso il prestigioso Teatro Sao Pedro di San Paolo. Nel 2014, dopo la pubblicazione del progetto “XXIV Waves for piano solo”, commissionato dall’artista irlandese Keane, e dedicato al celebre regista David Lynch, viene invitato al X° Lucca Film Festival per l’allestimento di una installazione sonora dedicata allo stesso Lynch, che l’artista americano visiterà con particolare entusiasmo ed apprezzamento. E’ direttore della Scuola di Musica Sinfonia.

Silvia Tocchini, soprano.
Diplomata in canto con il massimo dei voti presso l’Istituto Musicale “L. Boccherini” di Lucca, si è perfezionata con i soprani M. G. Gabanizza, Iris Adami Corradetti e Hilde Zadek.  Ha lavorato con Ensemble e Orchestre tra le quali l’orchestra Sinfonica Giovanile del Piemonte e i Solisti del Maggio Musicale Fiorentino. La sua versatilità la porta a interpretare un repertorio che va che include la  musica contemporanea di cui è interprete di prime esecuzioni assolute. Collabora  stabilmente con  l’Ensemble Nuovo Contrappunto diretto dal M° Mario Ancillotti, con il quale ha eseguito, tra l’altro, la trilogia di Dallapiccola , “Sicut Umbra”, “Le Parole di S. Paolo” e “Commiato”. Recentemente  ha partecipato alle celebrazioni in onore di Luciano Berio eseguendo, sempre per Suoni Riflessi con l’ensemble Nuovo Contrappunto, i Folk Songs e la Sequenza III per voce sola. Sempre per la stessa manifestazione è stata protagonista, in duo con il pianista Matteo Fossi, de La voix Humaine di Polenc.  Nell’opera  è stata protagonista di prime riprese in epoca moderna di opere del settecento quali il Don Giovanni di Cazzaniga e Il Ciarlatano di Domenico Puccini  sotto la direzione del M° Herbert Handt. Da due anni è ospite del “Ciao Festival” , Festival Internazionale di musica da Camera che si svolge a Chengdu in Cina.

Marcello Bonacchelli, clarinetto.
Diplomato con il massimo dei voti presso l’Isituto Musicale “L. Boccherini”di Lucca, ha frequentato successivamente il Corso di alto Perfezionamento all’Accademia Internazionale “L. Perosi” di Biella tenuto dal M° Antony Pay. Ha collaborato con  diverse formazioni cameristiche e orchestrali tra le quali l’Orchestra del Friuli Venezia Giulia, la Camerata di Prato e l’Orchestra Regionale Toscana. Dal 1995 è Primo Clarinetto dell’Ensemble Nuovo Contrappunto diretto dal M° Mario Ancillotti con il quale inciso per la Nuova Era e per Amadeus e partecipato a numerose tournée e concerti. Nel 2004 ha tenuto con il Trio Altrove 1.3 (clarinetto, chitarra e flauto)   una tournée  in Germania e, sempre con la stessa formazione nell’agosto 2005 ha tenuto due Masterclasses sulla musica contemporanea allo  Scotch College  di Melbourne e Concerti alla ABC Southbank Centre Iwaki Auditorium  e al Sydney Conservatorium of Music, Music Workshop Hall. Viene regolarmente invitato a tenere Materclasses in Corsi di Perfezionamento e Conservatori. Con il Trio Altrove 1.3 ha tenuto concerti e masters classes presso il Conservatorio “F. Cilea “ di Reggio Calabria e “G. Puccini” di La Spezia. Ha partecipato  alla trasmissione Radiofonica di Rai 3 “La stanza della musica” con esecuzione dal vivo di musiche di Reiner e Chilianis cui ha fatto seguito una tournée in Germania dove si è esibito, sempre con il Trio Altrove 1.3, a Berlino e Colonia nell’ambito della rassegna di musica contemporanea ed eseguendo musiche di autori tedeschi e italiani quali De Rossi Re e Dall’Ongaro. Con l’Ensemble Nuovo Contrappunto ha partecipato all’esecuzione in prima assoluta delle opere  “L’arte e la maniera di affrontare il proprio capo per chiedergli un aumento” di Vittorio Montalti e “La macchina” di Raffaele Grimaldi alla Biennale di Venezia. Nello stesso anno ha partecipato allo spettacolo Noi/Altri di e con Moni Ovadia  nell’Aula Magna dell’Università La Sapienza di Roma. Recentemente ha inciso il Pierrot Lunaire di Shoenberg con Anna Clementi. Collabora con musicisti quali Mario Ancillotti, Pier Narciso Masi, Cristiano Rossi, Bruno Canino, Riccardo Crocilla e Pietro Borgonuovo: con questi ultimi ha eseguito, tra gli altri, il Kammerconcert di Berg.